Essere papà

Oggi è la festa del papà e vogliamo celebrare tutti quegli uomini che hanno scelto di essere padre. Perché essere padre non significa solo aver generato un figlio ma è la conseguenza di una scelta fatta di impegno, fatica e passione.

Ci sono uomini che hanno figli ma non sono mai stati padri, così come ci sono uomini che pur senza figli biologici hanno scelto di prendersi cura di un altra persona.

Essere padre è una presa di coscienza, è l'accettazione consapevole di una fatica che si deve affrontare nel prendersi la responsabilità di aiutare qualcuno a crescere.

È un compito faticoso, a volte scomodo, che ruota soprattutto intorno all'interazione con il mondo esterno e alle libertà individuali. Un padre è per un figlio sempre un esempio e un punto di riferimento da cui imparare. Agli occhi di un bimbo/a è quella figura forte ed infallibile che protegge e sa sempre come affrontare i problemi. Nella pubertà diventa una figura che un po' si teme e un po' si imita e si insegue. Nell'adolescenza invece diventa il punto di confronto e scontro.

Un papà deve infatti insegnare il coraggio di affrontare le difficoltà e le paure. Quando un figlio è di fronte ad una difficoltà o bloccato dalla paura ha bisogno di essere aiutato innanzitutto nel superare le proprie emozioni attraverso il dialogo e la discussione, successivamente dovrà essere spronato a concentrarsi sugli obiettivi utili per raggiungere le mete prefissate ed essere infine guidato alla scelta delle azioni nel rispetto dei valori.

Un papà deve offrire esempio di determinazione ed impegno affinché i figli possano scoprire come si fa a “tener duro” nei momenti difficili. Resistere alla tentazione di mollare la presa quando i colpi gobbi della vita ti mettono in crisi e, nonostante tutto, andare avanti e, se anche si inciampa o si cade, rialzarsi grazie all'incoraggiamento che un padre, con forza e affetto, sa regalare.

Deve essere l'allenatore e la palestra in cui imparare le regole della lealtà e della lotta per scoprire come combattere in maniera utile e produttiva.

Un papà deve conoscere ed insegnare le regole della società, deve essere mentore e mostrare il rispetto degli altri e della vita in genere. Il rispetto che nasce sia dalla sensibilità che dall'autorità, il rispetto che nasce dalla capacità di ascoltare ma anche di resistere al dolore. È nel rispetto, prima offerto o poi ricevuto, che si impara l'arte delle reciproche libertà.

In particolare, dovrà insegnare ai figli l'amore ed il rispetto per le donne, mentre alle figlie dovrà insegnare a distinguere i maschi per bene dai disonesti e i complimenti sinceri da quelli strumentali.

Un papà è quell'uomo che sceglie di proteggerti anticipando i pericoli più grandi di te e di sostenerti quando con fatica affronti le difficoltà a te proporzionate.

Buona festa del papà a tutti!

sebastian leon pradojpg
photo by S. L. Prado on Unsplash